Personalfoto
ovvero le mie foto personali e non solo.....                                   Rubriche speciali
LA   LUCE
  parte quinta

RIFLESSIONI  SULLA  VELOCITA'  DELLA  LUCE

                         ....................................Aggiornamenti..........................................

La pagina precedente ( vai alla pagina precedente  )  aveva la sua logica conclusione con i concetti e le considerazioni conclusive circa la velocità della luce li espressi.
Oggi Settembre 2011 appaiono all'orizzonte della fisica nuovi scenari sulla scia di quanto già detto circa la velocità della luce e che è doveroso considerare.
Prima di riferire quanto accaduto bisogna premettere che la storia della fisica è stata sempre costellata da strani avvenimenti che negli anni (a volte secoli !) successivi si sono poi tradotti in leggi e principi validi e sperimentati.
L'evoluzione di cui si parlava è stata ed è tuttora rivolta verso la possibilità di superamento della velocità della luce. In effetti Einstein non ha mai negato la possibilità dell'esistenza di particelle capaci di superare quella barriera anche se come postulato delle sue teorie (pubblicate a partire dal 1905) rimane il limite sopra menzionato.
E' di questi giorni su tutti i media del mondo la notizia proveniente dai laboratori di fisica nucleare del CERN del superamento (seppure di millesimi di secondo) della velocita della luce da parte di particelle elementari.
Brevemente: da tre anni gli studiosi del Cern, composto da scienziati di tutto il mondo coordinati dal fisico napoletano Antonio Ereditato, prof. di fisica all'università di Berna, stavano verificando il fenomeno.
Interessante il filmato del Cern che è possibile vedere cliccando qui......

Un fascio di 15.000 neutrini prodotti dall'acceleratore del CERN Super Proton Synchroton è stato sparato da Ginevra verso i laboratori costruiti sotto il Gran Sasso.
All'arrivo i neutrini raggiungevano il Gran Sasso in 60 nanosecondi prima del tempo che ci avrebbe messo la luce (fotoni) viaggiando nel vuoto.
I neutrini sarebbero insomma particelle capaci di raggiungere velocità superluminari (più veloci della luce), eventualità già teorizzata da tempo ma che rappresenta una violazione della relatività ristretta pubblicata da Einstein - e cioè che niente possa superare la velocità della luce.
Ecco, questo è quello che è accaduto.
L'assurdo è il troppo tam-tam che è stato fatto specialmente dai media già pronti a profanare le fondamenta della scienza moderna o addirittura a ristampare i libri di fisica. Si parla già di viaggiare nel tempo o di altre fantasie, mentre bisognerebbe pensare che finora tutte le previsioni della teoria della relatività sono state confermate abbondantemente.
Bisogna, inoltre, dare il tempo necessario per tutte le verifiche che gli studiosi di tutto il mondo faranno nei prossimi mesi (anni ?) e successivamente cercare una teoria unificante che cioè riesca a mettere in accordo relatività e maccanica quantistica.


Credo che sarebbe veramente complesso (impossibile ?) smontare tutte le teorie Einsteniane in quanto rimarrebbe comunque l'eterno dubbio: ma se le cose funzionano bene così, come è possibile giustificare il tutto ? Quale mistero esiste ancora da chiarire ed esplorare ?
Chissà forse la velocità limite Einsteniana potrebbe divenire quella dei neutrini !
Aspettiamo fiduciosi e seguiamo con attenzione questa ennesima impennata della fisica quasi a sottolinare un altro passaggio che forse getterà le basi per nuove scoperte.
Alla fine di queste brevi considerazioni per chi volesse approfondire ulteriormente l'argomento ed anche altro ci si può collegare al sito ufficiale dell'Istituto nazionale di Fisica nucleare:

(basta cliccare sull'indirizzo seguente)  www.lngs.infn.it/home
A presto per eventuali nuovi e concreti aggiornamenti !